ATEISMO

La negazione dell’esistenza di Dio, questo è l’Ateismo.

Una nota dall’enciclopedia Treccani: “Riguardo alle cosiddette religioni atee, quali il buddhismo e il jainismo come anche altri sistemi filosofici indiani, questa denominazione è nata soltanto in relazione alla mancanza in esse della nozione di un Dio personale supremo e creatore”

Se ciò sia giusto o sbagliato non stà a noi dirlo, certo è che, negare l’esistenza di Dio non significa non avere un proprio istinto spirituale. Bisogna precisare e distinguere nettamente la religione e la spiritualità: la religione è legata al culto di uno o più Dèi, la spiritualità è innata ed è direttamente legata al soffio della vita, rinnegarla sarebbe come rinnegare la propria esistenza. Si può essere atei perchè non si crede in nessun Dio e non si frequenta nessuna Chiesa, ma questo non significa che non si possa cercarlo. La ricerca di Dio, o del senso della vita, sia essa legata alla curiosità o per il proprio bisogno inappagato di credere in qualcosa, è positiva e dà speranza, purchè non ci estranei dalla realtà. Bisogna rimanere con i piedi ben saldi per terra ma allo stesso tempo coltivare in una parte del cuore un posto dove accudire i sogni e dove trovare ogni tanto rifugio. Questa è la mia opinione, si può essere daccordo o no. A una certa età nascono spontaneamente delle domande ; sulla nostra esistenza, sul senso della nostra presenza, seppure limitata, su questo pianeta. La legge a tutti evidente e che muove il pianeta è che “il pesce grosso mangia il pesce piccolo”, ed è verissimo, ma viste le conseguenze a cui porta questo comportamento non può essere certo avallata da chi ama la vita e fa uso della ragione.

Che senso ha accumulare beni, quando in qualsiasi momento potremmo morire e perdere tutto?

Che senso ha coltivare l’odio e volere la morte di qualcuno quando tutti siamo destinati a morire?

E’ giusto essere così preoccupati del futuro da dimenticare di vivere il presente?

Possibile che la bellezza della natura non abbia alle spalle un progetto  misterioso?

 

colors-2203720_1920
Liberiamo i nostri sensi

 

Per alcune religioni. l’inferno è su questa terra, non inteso come diavoli e forconi, ma come il ciclo infinito della vita attraverso la trasmigrazione delle anime in nuovi corpi fino al giorno in cui non si raggiungerà un evento purificatore, e in certo senso in parte è un ragionamento che posso capire e condividere. E’ infatti l’animo corrotto degli uomini l’unico vero male di questa terra. Allontanarsi dai canoni classici della religione è un occasione per prendere conoscenza del proprio io. Quando smetti di credere in certe storie fantastiche, studiate per creare il timore della morte, cessa anche la paura della stessa, il senso del peccato, l’umiltà estrema che porta al servilismo. A cosa sono legate le emozioni? Se è tutto solo una questione di chimica o di atomi, perchè non viviamo tutti allo stesso modo le nostre esperienze? Perchè 10 figli aventi i stessi genitori non hanno lo stesso carattere? Perchè il solo odore dell’erba o il camminare scalzi su di essa, per alcuni è un’esperienza emotivamente appagante mentre per altri non significa nulla? La diversità quando è accompagnata dall’ armonia è la cosa più bella della vita. Per affrontare i nostri dilemmi dobbiamo allontanarci dalla materialità della realtà quotidiana, dalla tecnologia, dal rumore del traffico e tornare a contatto con le nostre radici e alla consapevolezza di essere parte del “tutto”, metterci in condizione di armonia con le vibrazioni positive che ci offre la terra. Bisogna tramutare la preghiera in azione: lo scopo della religione è rendere le persone sottomesse al potere, di “tenerle buone” e fare cassa. Se tutti passassero il tempo a pregare non ci sarebbero mai state le rivoluzioni popolari che hanno portato a migliorare la vita di oggi: tutti starebbero ancora lì ad aspettare una grazia divina che non sarebbe mai arrivata. E’ vero che ciò che non riusciamo a vedere non esiste, ma concediamoci una gita a contatto con la natura, apriamo i nostri sensi fino a sentirci parte integrante del tutto, respiriamo a fondo i profumi del mondo che ci circonda, fino a distinguerli uno per uno e godiamoci quello che abbiamo finchè possiamo. Mentre facciamo tutto questo poniamoci l’ ultima domanda:

Dio esiste?

Non lo so…ma io esisto il mondo esiste e se ci pensi bene…è tutto meraviglioso.

love-2291586_1920
Siamo energia nell’energia
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...